img slideint

C.I.l.a

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI ASSEVERATA


3) Interventi di edilizia libera per i quali deve essere presentata la comunicazione dell’inizio dei lavori asseverata da un tecnico abilitato – CILA (art. 6, comma 2, lett. a), e-bis) del D.P.R. n. 380/2001 indicando, ove incaricata, l'impresa esecutrice e allegando gli elaborati grafici;


a) manutenzione straordinaria di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b), ivi compresa l'apertura di porte interne o lo spostamento di pareti interne, sempre che non riguardino le parti strutturali dell'edificio;
e-bis) le modifiche interne di carattere edilizio sulla superficie coperta dei fabbricati adibiti ad esercizio d’impresa, sempre che non riguardino le parti strutturali, ovvero le modifiche della destinazione d’uso dei locali adibiti ad esercizio d’impresa;

 

 

Comunicazione Inizio Lavori Asseverata “C I L A”

 

Accorpamenti unità immobiliari

 

Creazione di una nuova unità immobiliare mediante fusione di più unità  preesistenti, senza opere strutturali

 

 

Ascensore

 

Installazione del vano ascensore all’interno dell’edificio non a norma per  l’abbattimento barriere architettoniche  senza modifica delle strutture esistenti

 

 

Bagni e servizi igienici

 

Opere murarie volte alla realizzazione di nuovi servizi igienici o modifica dimensionale di quelli esistenti, in assenza di opere strutturali

 

 

Cabina elettrica privata

 

Demolizione e sostituzione con manufatti tipo armadiature standard di modeste dimensioni

 

 

Cambio di destinazione d'uso

 

Modifiche della destinazione d’uso dei locali adibiti ad esercizio d’impresa (lettera e bis dell’art. 6 DPR 380/01)

 

 

Canna fumaria

 

Nuova costruzione o rifacimento con modificazione delle caratteristiche preesistenti 

 

 

Coibentazione esterna (cappotti)

 

Installazione pannelli coibentanti esterni in applicazione deroga LRV n. 21/96 o d.lgs. n.

102 del 2014

 

 

Distributore di carburante

 

Impianto a servizio di attività produttive private, senza opere strutturali

 

 

Finestre e porte-finestre

 

Nuova apertura  o modifica dell’esistente con altre differenti per forma e dimensione  

Trasformazione dell'apertura esistente da finestra a porta-finestra (e viceversa)

 

 

Frazionamento di unità immobiliari

 

Intervento di manutenzione con esecuzione di opere non strutturali, anche se comportanti la variazione delle superfici delle singole unità immobiliari nonché del carico urbanistico purché non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga l’originaria destinazione d’uso.

 

 

Impermeabilizzazioni e isolamenti

 

Inserimento nuovo pacchetto isolante su facciate (cd. Cappotto) e/o sopra la struttura della copertura (cd. tetto ventilato)

 

 

Impianti sportivi

 

Recinzione di area e dotazione strutture fisse sportive o di gioco

 

 

Lucernari

 

Nuova apertura SENZA modifiche strutturali

 

 

Miglioramenti fondiari in territorio agricolo

 

Cambi colturali e/o nuovi impianti di frutteti e vigneti, compresi i relativi modesti movimenti di terra e modesti muretti di contenimento

 

 

Opere interne

 

Per nuova distribuzione dei locali che interessino una o più unità immobiliari, purché non riguardino parti strutturali dell'edificio

 

 

Tetto

 

Sostituzione del manto di copertura con inserimento del pacchetto isolante

 

 

Tags: Accorpamenti unità immobiliari (C.I.L.A) Ascensore (c.i.l.a) Bagni e servizi igienici (C.i.l.a) Cabina elettrica privata (c.i.l.a) Cambio di destinazione d'uso (c.i.l.a) Canna fumaria (C.i.l.a) Coibentazione esterna (cappotti) (c.i.l.a) Distributore di carburante (c.i.l.a) Finestre e porte-finestre (c.i.l.a) Frazionamento di unità immobiliari (c.i.l.a) Impermeabilizzazioni e isolamenti (c.i.l.a) Impianti sportivi (c.i.l.a) Lucernari (c.i.l.a) Miglioramenti fondiari in territorio agricolo (c.i.l.a) Opere interne (c.i.l.a) Tetto (c.i.l.a)

NOTE

 

Tutti gli interventi elencati nel presente prontuario, qualora comportino:

 

-   modifiche dell'aspetto esteriore dello stato dei luoghi e ricadano in zona soggetta a vincolo paesaggistico-ambientale, necessitano di preventiva autorizzazione ai sensi dell'art. 146 del D.Lgs. n.42/2004

 

(AUTORIZZAZIONE)

 

-   scavi o movimentazione di terreno in zona soggetta a vincolo idrogeologico forestale, necessitano di preventiva autorizzazione ai sensi dell'art. 20 della L.R. n. 58/1994 e R.D. n.

3267/1923 (AUTORIZZAZIONE IDROGEOLOGICO-FORESTALE)                                                 .- 

N.B.: 

'

  • negli interventi di manutenzione straordinaria in presenza di opere strutturali, è d'obbligo la presentazione di SCIA.
  • in attuazione degli artt. 27 comma 2 e 37 comma 6 del D.P.R. 380/01 ed in conformità al principio, ribadito dalla giurisprudenza, per cui ogni intervento edilizio, a prescindere dalla tipologia/grado ad esso attribuito, deve essere conforme alla normativa e agli strumenti urbanistici, qualora il dirigente accerti la presenza di opere eseguite in difformità dalle norme urbanistiche e dalle prescrizioni degli strumenti urbanistici, provvede alla demolizione e al ripristino dello stato dei luoghi.
  • Tutte le preesistenze si intendo quelle legittime con idoneo titolo autorizzativo

 

 

 

consigli

per chiunque voglia mandare un consiglio, il nostro form è sempre disponibile

vai al modulo
 

Regione lazio

per chiunque voglia visitare il sito della nostra regione

vai al sito
 

provincia

per chiunque voglia visitare il sito della nostra provincia

vai al sito